Verso gli Europei di Glasgow: quali atleti tenere d’occhio?

Tra poco più di una settimana prenderanno avvio i Campionati Europei di Nuoto in vasca lunga. A Glasgow andrà in scena la più importante competizione continentale. La rassegna scozzese sarà l'evento centrale della stagione natatoria del Vecchio Continente. L'attesa è già iniziata e le aspettative sono molto alte. L’Italia che nell’ultima edizione, due anni fa, ha chiuso al primo posto il medagliere conquistando la bellezza di sette medaglie frutto di tre ori, due argenti e due bronzi

Questi campionati saranno anche l'occasione per tenere sotto osservazione giovani atleti in ascesa e nuotatori più "esperti" reduci da stagioni non semplicissime. Tra gli atleti italiani, grande attesa per Simone Sabbioni e Marco Orsi, esclusi dagli ultimi Mondiali a Budapest, che avranno sicuramente voglia di riscattarsi e tornare nuovamente ai vertici delle competizioni internazionali.

La delegazione italiana porterà senza alcun dubbio i propri campioni alla competizione britannica. Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti saranno della spedizione. Ma non bisogna dimenticare Simona Quadrella e Nicolò Martinenghi, astri nascenti del nuoto tricolore, motivati a regalare ottime prestazioni e confermarsi atleti di assoluto livelli.

È fuori discussione che gli Europei di Glasgow saranno un importante campo di prova per alcune specialità. In particolare per la rana la presenza dello scozzese Adam Peaty renderà la competizione serrata e di livello assoluto. Ci si augura una performance da parte degli italiani Nicolò Martinenghi e Fabio Scozzoli all'altezza delle aspettative.