5 motivi per cui nuotare fa bene

Si sente spesso dire che il nuoto è uno sport completo che, ancora più degli altri sport, fa bene alla salute; non c’è una parte specifica del corpo che trae beneficio da questa attività sportiva, la caratteristica particolare del mezzo in cui si svolge (l’acqua) produce infatti degli effetti positivi su tutto il corpo. In particolare, l’apparato cardio-respiratorio e quello muscolo-scheletrico traggono un grande giovamento dalla pratica regolare di nuoto. Ma quali sono quindi i principali benefici?

1. Sicuramente il nuoto fa bene a tutta la muscolatura: la maggiore densità dell’acqua rispetto all’aria permette uno sforzo costante per vincerne la resistenza; allo stesso tempo però, l’acqua offre anche sostegno al corpo, permettendo movimenti che fuori dall’acqua non sarebbero possibili e richiedendo l’utilizzo di tutta la muscolatura. In questo modo, il nuoto favorisce lo sviluppo armonioso, simmetrico e proporzionale di tutto il sistema muscolare.

2. Strettamente collegate ai muscoli sono le ossa, che risentono positivamente dei movimenti del corpo in acqua. Il sostegno offerto dall’acqua e l’effetto quasi di assenza di gravità permettono infatti di eseguire i movimenti senza sovraccaricare eccessivamente le articolazioni. Grazie a ciò, anche le ossa vengono rafforzate e vengono migliorate postura e flessibilità. Come detto parlando del nuoto agonistico, se iniziato da bambini, il nuoto permette di prevenire problemi scheletrici di vario tipo (scoliosi etc.), ma è importante ricordare che l’impegno richiesto dal nuoto a livello agonistico potrebbe invece rischiare di accentuare problemi di questo tipo, specialmente in bambini che ne sono soggetti.

3. Altri benefici del nuoto riguardano l’attività cardiaca e la respirazione.
Trattandosi di un’attività prevalentemente aerobica, che quindi stimola l’attività cardiaca, il cuore ne trae beneficio, lavorando maggiormente e potenziandosi.

4. Inoltre, grazie agli esercizi svolti dentro e fuori dall’acqua, il nuoto favorisce la coordinazione respiratoria, così che anche l’attività polmonare viene potenziata. Bisogna sottolineare un altro aspetto importante, ossia che la piscina è un ambiente umido e caldo che, insieme agli altri effetti sull’apparato cardio-respiratorio, riduce col tempo i sintomi dell’asma nei soggetti che ne soffrono.

5. Non ultimo per importanza, ecco un aspetto di grande interesse per chi ha qualche chilo di troppo: il nuoto aiuta a perdere peso. Attenzione, non fa miracoli, e di certo andando in piscina sporadicamente non si otterranno grandi risultati in tal senso. Ma rispetto alle attività all’aria aperta, il nuoto ha il vantaggio di essere praticato in un ambiente particolare, dove la presenza dell’acqua anche in questo caso gioca un ruolo fondamentale e dà grandi benefici. Essendo più densa dell’aria, l’acqua richiede uno sforzo maggiore per muoversi e permette quindi di bruciare più calorie, favorendo l’eliminazione di massa grassa e, allo stesso tempo, il potenziamento della massa magra, come abbiamo appena visto parlando del sistema muscolare. È evidente che questa attività sportiva, che sia praticata a livello amatoriale o meno, deve essere costante, regolare e soprattutto unita ad una sana alimentazione.