Il galateo in piscina: 10 regole da rispettare nel nuoto libero

Se avete provato ad allenarvi in piscina senza istruttore in vasche dedicate al nuoto libero, avrete probabilmente incontrato qualche difficoltà nella condivisione della vasca con i compagni di corsia. C’è chi pensa di essere da solo e non si cura della presenza delle altre persone, chi vuole solo divertirsi e disturba l’allenamento altrui, chi non è nella corsia più idonea al suo livello e si scontra con gli altri nuotatori più veloci o più lenti di lui.
Situazioni spiacevoli di questo tipo e molte altre che possono ostacolare il vostro allenamento potrebbero essere evitate se tutti seguissero alcune semplici regole.
Anche in piscina infatti esiste un “galateo” che indica il comportamento da seguire fuori e dentro l’acqua nel rispetto delle altre persone.

Ecco dieci comportamenti da seguire per praticare nuoto libero in tutta tranquillità e nel rispetto di tutti.

1. Fate la doccia prima di entrare in acqua
La doccia vi aiuta ad abituarvi alla temperatura dell’acqua, ma ha anche la funzione di ripulirvi dal sudore e da eventuali profumi e cosmetici per pelle e capelli che altrimenti si diffonderebbero nell’acqua della piscina, rischiando di irritare persone ipersensibili a certe sostanze. Riduce inoltre il rischio di diffusione di batteri ed infezioni.

2. Scegliete la corsia più idonea al vostro livello
Una volta raggiunta la piscina, osservate le varie corsie ed individuate quella in cui sono presenti nuotatori con la vostra stessa velocità, per evitare difficoltà tra persone con ritmi diversi dal vostro. In genere le corsie centrali sono per i nuotatori più esperti, ma fate attenzione perché in alcune piscine potrebbe essere indicato esplicitamente il livello di ogni corsia!

3. Fate notare la vostra presenza
Prima di entrare in acqua, assicuratevi che gli altri nuotatori della corsia vi vedano e capiscano che state iniziando a nuotare con loro. Potete sedervi sul bordo con le gambe in acqua o accostarvi in un angolo, e attendere che tutti vi siano passati davanti.

4. Non tuffatevi davanti a qualcuno che sta nuotando
Se volete tuffarvi, aspettate che eventuali nuotatori in arrivo verso di voi abbiano virato e si allontanino, così da non interrompere il loro ritmo di nuoto.

5. Rispettate il vostro turno
Iniziate a nuotare mantenendo la velocità media degli altri nuotatori e ad una distanza tale da non rischiare di scontrarvi, in genere si aspettano circa 5 secondi prima di partire dietro a chi vi precede.

6. Mantenete il corretto senso di marcia
Esattamente come in strada, anche in piscina in genere si nuota mantenendo la destra, effettuando quindi un giro antiorario. In alcune piscine però è prevista una inversione del senso di marcia tra corsie adiacenti. Osservate quindi l’andamento degli altri nuotatori per capire come muovervi.

7. Se vi fermate, non intralciate gli altri
Se per qualsiasi motivo avete bisogno di fermarvi, assicuratevi di non ostacolare il nuoto degli altri, accostandovi di lato nella corsia oppure raggiungendo il muretto a inizio vasca se vi è vicino.

8. Attenzione ai delimitatori di corsia
I delimitatori di corsia indicano il passaggio da una corsia a un’altra: fate attenzione a non superarli per non invadere le altre corsie, e non usateli per appoggiarvi in caso di sosta.

9. Attenzione ai sorpassi
Per superare il nuotatore che vi sta davanti, spostatevi verso il centro della vasca e accelerate la nuotata. Anche in questo caso, come in strada, fate attenzione che non ci siano nuotatori in arrivo nel senso opposto al vostro. Se siete invece sorpassati da qualcun altro, agevolate il sorpasso accostandovi verso il lato della corsia e rallentando leggermente. Se vi accorgete che dovete superare o che siete superati spesso, potreste aver scelto una corsia troppo lenta o troppo veloce per voi: valutate quindi di spostarvi.

10. Non fate scherzi o schizzi
È importante rispettare chi è in acqua per nuotare. Se volete solo divertirvi, allontanatevi da chi si sta allenando. Schizzi e scherzi di qualunque tipo non sono ammessi se danno fastidio agli altri nuotatori.